KITESURF COSA ACQUISTARE

I COSTI DEI MATERIALI

Le giuste scelte

 

kitesurf ultimate

 

Tenendo in considerazione che durante lo svolgimento del corso viene fornita in genere tutta l'attrezzatura necessaria, è naturale chiedersi su che ordini di grandezza si viaggia relativamente alle spese che comporta la pratica del kitesurf, una volta finito il corso. 

Innanzitutto è utile sottolineare che a differenza di molti altri sport non sosterremo mai costi di "affitto campo" o in generale di utilizzo spazi, questo riduce drasticamente il costo della pratica del kitesurf anche in relazione ad altri sport apparentemente meno costosi: spalmando il costo dell'attrezzatura su un intero anno è possibile che il kitesurf risulti infine molto meno dispendioso di quanto appare. 

Di norma durante un buon corso vengono forniti ai principianti  tutti gli strumenti necessari (teorici e pratici) relativi alle manovre di emergenza ed alle manovre tipiche di recupero del kite; com'è ovvio tuttavia, le probabilità che l'istinto prevalga sulle tecniche corrette sono elevate nelle prime fasi dell'apprendimento e del perfezionamento delle proprie abilità, dunque in molti casi potremmo mettere a rischio la struttura del nostro aquilone o comunque far si che subisca danni di piccola e media gravità. 

Per questa ragione, nell'ottica di un principiante che finisce un corso, sarà maggiormente opportuno pensare all'acquisto di attrezzatura usata.

A tal proposito bisogna considerare che la differenza di prezzi tra nuovo e usato è sostanziale e che oltre ai negozi, è possibile rivolgersi al mondo dell'usato attraverso i più noti siti di annunci e anche attraverso siti specializzati che si occupano solo di annunci tra privati relativi a materiale da kitesurf.

E' difficile riuscire a stimare con esattezza il costo dell'attrezzatura, perché come nel mercato automobilistico o in qualsiasi mercato dei beni durevoli, esiste una grande varietà di modelli e prezzi e il costo dipende molto dalla qualità del prodotto che andremo a ricercare, dai nostri gusti e dalle nostre possibilità, cercheremo tuttavia di fornire delle indicazioni di massima.

Premessa: proprio come quando si acquista una vettura usata è buona norma farla prima controllare dal meccanico di fiducia o da un amico appassionato di motori, anche per l'acquisto della prima attrezzatura è sensato farsi consigliare dai propri istruttori o da amici per indicazioni sul modello, ma soprattutto nel caso di attrezzatura usata, per la verifica delle reali condizioni di usura. 

 

L'attrezzatura completa è composta da:

  1. aquilone
  2. tavola
  3. trapezio
  4. muta

 

1) L'aquilone è senza dubbio la parte dell'attrezzatura che rappresenta il maggior costo e che di più si svaluta col passare del tempo. Per un aquilone nuovo dell'anno in corso, considerando il prezzo di listino, si va da un minimo di 1000 euro a un massimo di 1800 euro: questo per un aquilone completo, ovvero che comprende ALA, SACCA, BARRA e LINEE, LEASH e talvolta POMPA. L'enorme divario dipende da fattori quali brand, modello e di conseguenza dalle caratteristiche tecniche e dai materiali costruttivi dell'aquilone.

Per l'usato bisogna considerare una svalutazione dopo il primo anno di utilizzo che va dal 30% al 50% a seconda del modello e dello stato di usura. Negli anni successivi al primo, la svalutazione in percentuale sarà nella maggior parte dei casi minore di anno in anno, ovvero dal 20 al 40% circa.

Dunque considerando (è utile sottolinearlo nuovamente) che ci troviamo in un contesto di approssimazione e di medie non perfette, per un aquilone dell'anno scorso è possibile spendere intorno ai 700 euro mentre per un aquilone di due anni fa intorno ai 500 euro e via dicendo per gli anni successivi.

Nel caso di aquiloni riparati vale un discorso a parte: per valutare l'entità del danno e l'efficacia della riparazione è indispensabile farsi consigliare da un esperto e in ogni caso il prezzo sarà da limare notevolmente rispetto a un aquilone di pari livello che non è stato mai riparato.

 

2) La seconda voce di spesa nell'acquisto dell'attrezzatura è rappresentata della tavola. Nel caso delle tavole per principianti non incontriamo un divario di prezzi così grande da modello a modello come invece abbiamo incontrato con le ali; una tavola nuova per iniziare, modello dell'anno in corso, va dai 350 ai 450 euro. Nel caso di tavole usate la svalutazione di anno in anno è minore rispetto alle ali, all'incirca tra il 15% e il 30% ogni anno. Dunque volendo fare un esempio è possibile spendere all'incirca 300 euro per una tavola dell'anno scorso, all'incirca 250 euro per una tavola di due anni fa e via dicendo per gli anni successivi.

 

3-4) Trapezio e muta viaggiano sugli stessi valori, si va dagli 80 ai 300 euro circa a seconda del modello. La svalutazione delle mute è però piuttosto rapida mentre i trapezi mantengono più a lungo il valore nel tempo.

 

Riassumendo, considerando che l'attrezzatura è quasi sempre rivendibile, è possibile considerare il costo dell'attrezzatura non in termini assoluti di costo di acquisto ma come costo di svalutazione annua dell'attrezzatura stessa: sommando la svalutazione annuale dell'ala, della tavola, del trapezio, della muta, praticare il kitesurf potrebbe costare mediamente 400-500 euro l'anno.

 

Buon Vento Andrea Trentino