kitesurf marsala

kitesurf viaggi

kitesurf fondi, terracina

BANNER DISPONIBILE, PER MAGGORI INFO POTETE CONTATTARE IL NUMERO 0640049423 - redazione@kitesurfing.it 

VITA TECNICA KITE

Vista Combinata Vista Piatta Vista ad Albero
Discussioni [ Precedente | Successivo ]
toggle
VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 7.59
Ciao, penso che a tutti la voglia di cambiare attrezzatura sia una di quelle manifestazioni emotive ke quasi annualmente ci turba, ma che aimè si scontra con il nostro portafoglio visto i prezzi. >Credo però che cmq prima o poi il ns kite debba essere cambiato. Da qui la domanda: quale è la durata di una vela ?? Vi prego però di considerare nelle risposte alcune considerazioni:
1. non devo partecipare a campionati del mondo.
2. non mi interessa essere al passo con la moda.
3. per me fare kite è soprattutto svago tranquillo e non estremo.
4. se con alcuni accorgimenti es. cambiare le linee ad un'ala la fa tornare semi nuova per me va benissimo.
GRAZIE.
RE: VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 9.37 come risposta a gabriele veltri.
In una precedente discussione mi dicevano un paio d'anni di vita se l'ala viene usata spesso (11/12mq o superiori)
Per ali piccole ovviamente c'e' molto meno uso perche' vento forte e' meno frequente.
A meno che uno non abiti in un'isola ventosa che allora anche li il discorso cambia....
RE: VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 10.54 come risposta a Andy Iceberg.
a mio modesto parere dipende anche tanto da come la si tratta "dopo l'uso"

io ho una switchblade 2010 da 12 metri che sembra nuova...ma è puntualmente lavata con acqua dolce con getto "a imbuto inverso", asciugata e riposta nella sacca anch'essa pulita, dopo ogni uscita

poi c'è chi magari non ha lo spazio o la voglia di fare sto lavoro ogni volta, e la rimette nella sacca piena di sabbia e la lascia così..

la differenza ci sarà di sicuro...
RE: VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 12.07 come risposta a David Anzalone.
Ciao. I fattori sono molti. Diciamo che la vita oscilla tra le 350 e le 500 max 600 ore.
I fattori principali di usura sono il sole, il drappeggio, il sale. La conduzione in frequente sovrainvelatura è anche, per ovvie ragioni, motivo di usura precoce.
L'ideale è gonfiare il kite solo se poi ci esci, gonfiarlo e lasciarlo gonfio a drappeggiare è la peggior cosa che si possa fare.
Il sale si insinua dentro le fibre del tessuto e con lo sfregamento te lo trita letteralmente, inoltre essendo igroscopico fa sì che la vela non sia mai del tutto asciutta ma sempre umida. E' corretto sciacquarlo, ma altrettanto lo è farlo asciugare per evitare il transfer di colore tra parti del kite (in genere stinge il nero) o peggio la formazione di muffa. Mai riporre piegato un kite bagnato, specie di acqua dolce.
Un kite ben tenuto almeno 3-4 stagioni ce le fai.
La barra va anch'essa SEMPRE lavata con acqua dolce e fatta asciugare, controlla le linee soprattutto in prossimità delle bocche di lupo finali e la cima depower.
Generalmente se le cose vengono fatte per bene dopo 3-4 anni arriva la fine per tutto il sistema. Il tessuto inizia ad essere troppo poroso e la vela perde prestazioni, soprattutto in low-end. Le linee iniziano ad essere consumate e potrebbero rompersi. Insomma la cosa migliore di tutte è cambiarsi la vela ogni 2-3 anni con un usato in ottime condizioni. Occhio alle vele dei vari "PRO" che oltre a trattarle malissimo (tanto le pagano poco/nulla) le sbatacchiano senza ritegno rischiando la deformazione della vela. Tu non sei in grado di accorgertene ma la vela tende più da una parte che dall'altra, oppure stalla, oppure fa cose strane perchè il suo "scheletro" o struttura è stato deformato da troppi schianti. I momenti migliori per l'acquisto sono l'inzio stagione e la fine della stagione, comprando vele in magazzino (quindi nuove) della stagione precedente oppure vele da promoters ma devi conoscere bene il tipo perchè altrimenti ti rifilano cose allucinanti. Mai prendere vele da un atleta freestyle o da kiters che si dilettano in tale disciplina; le sbattono talmente tanto che ti sconsiglio vivamente l'acquisto. Contattando le ditte tramite gli shop puoi informarti sulla vela dell'anno precedente eventuale fondo di magazzino e fare ottimi acquisti. ALi piccole e medio-grandi sono facilissime da trovare, meno la classica 10.
Da ultimo meglio una vela in più che una in meno. Set da 3 vele una piccola (la 7 o 8) che usi saltuariamente e ti può durare anche 4-5 anni. Questa è più facile trovarla fondo di magazzino o rimanenza, prendila nuova che con il ventone devi stare sicuro del tuo materiale. Una misura media (10 mq) ed una grande (12-13) in modo da spalmare le uscite su più materiale limitando l'usura. Sempre della stessa marca e tipo, in modo da avere lo stesso feedback dalle ali e poter scambiare le barre in caso di furto/danno.
Qualsiasi cosa a tua disposizione.
Sentirai persone che ti diranno che non hanno mai lavato la vela ed è sempre nuova , magari lasciata giorni interi gonfia in spiaggia. Oppure liquidi miracolosi che spruzzati sulla vela la fanno tornare nuova. Tutte cose inesatte. Il solo modo di valutare una vela è il POROSIMETRO , strumento che valuta la permeabilità della vela all'aria indicando quando la vela è finita anche se APPARENTEMENTE nuova. Lo usano nel parapendio, dove la vela per non lasciarci la pelle la devi per forza cambiare altrimenti non ti sostiene in volo. Tutto quello che si fa ad occhio non ha valore alcuno ricordalo sempre.
Quando compri devi sempre conoscere DA CHI acquisti, fare una attentissima valutazione controllando tutte le parti del kite inziando dalla TE e indagando sull'aspetto delle cuciture, tessuto, cordini, linee, depower. Se il grip della barra è segnato o consumato allora stai certo che la vela è morta e NON COMPRARLA. Altrettanto se mancano lettere del nome della brand (si staccano in alcune barre dopo un certo periodo) . Diffida da barre "ACCROCCATE" cioè non di serie, con modifiche strane e sospette ("a me va meglio così") cimette varie aggiunte eccetera, tutte cose indice di non affidabilità del prodotto.
Una ultima cosetta: Le vele NON SONO tutte uguali. Fatti furbo, prima di comprare butta un occhio ad ali di quella marca degli anni precedenti. In quel caso vatti a cercare CHI LE TRATTA PEGGIO. Il materiale di scarsa qualità viene fuori nel tempo. Personalmente molti anni fa usavo vele molto pubblicizzate ma stavo con ago e filo in mano una uscita si e l'altra pure, e dopo poche usicte già la TE iniziava a segnarsi indice di tessuto SPI di pessima qualità. Sorvolo sulla cima depower oppure sullo scollamento perenne delle valvole.
Vola alto
RE: VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 12.00 come risposta a Andy Iceberg.
iceoair:
In una precedente discussione mi dicevano un paio d'anni di vita se l'ala viene usata spesso (11/12mq o superiori)
Per ali piccole ovviamente c'e' molto meno uso perche' vento forte e' meno frequente.
A meno che uno non abiti in un'isola ventosa che allora anche li il discorso cambia....


Guarda penso siano stati un pò estremi se così fosse si dovrebbero vedere in giro solo ali 2011 e non mi sembra che ciò accada io personalmente ho una rrd passion 2009 e per quello ke ci faccio la trovo ancora buona. Certo non sono nè un esperto di materiali nè il campione del mondo ke ha bisogno della vela perfetta mi accontento. Il discorso è un altro: sapere quando un'ala inizia a diventare pericolosa per l'eccessiva usura.
RE: VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 12.13 come risposta a Marco Amidani.
dartvader:
Ciao. I fattori sono molti. Diciamo che la vita oscilla tra le 350 e le 500 max 600 ore.
I fattori principali di usura sono il sole, il drappeggio, il sale. La conduzione in frequente sovrainvelatura è anche, per ovvie ragioni, motivo di usura precoce.
L'ideale è gonfiare il kite solo se poi ci esci, gonfiarlo e lasciarlo gonfio a drappeggiare è la peggior cosa che si possa fare.
Il sale si insinua dentro le fibre del tessuto e con lo sfregamento te lo trita letteralmente, inoltre essendo igroscopico fa sì che la vela non sia mai del tutto asciutta ma sempre umida. E' corretto sciacquarlo, ma altrettanto lo è farlo asciugare per evitare il transfer di colore tra parti del kite (in genere stinge il nero) o peggio la formazione di muffa. Mai riporre piegato un kite bagnato, specie di acqua dolce.
Un kite ben tenuto almeno 3-4 stagioni ce le fai.
La barra va anch'essa SEMPRE lavata con acqua dolce e fatta asciugare, controlla le linee soprattutto in prossimità delle bocche di lupo finali e la cima depower.
Generalmente se le cose vengono fatte per bene dopo 3-4 anni arriva la fine per tutto il sistema. Il tessuto inizia ad essere troppo poroso e la vela perde prestazioni, soprattutto in low-end. Le linee iniziano ad essere consumate e potrebbero rompersi. Insomma la cosa migliore di tutte è cambiarsi la vela ogni 2-3 anni con un usato in ottime condizioni. Occhio alle vele dei vari "PRO" che oltre a trattarle malissimo (tanto le pagano poco/nulla) le sbatacchiano senza ritegno rischiando la deformazione della vela. Tu non sei in grado di accorgertene ma la vela tende più da una parte che dall'altra, oppure stalla, oppure fa cose strane perchè il suo "scheletro" o struttura è stato deformato da troppi schianti. I momenti migliori per l'acquisto sono l'inzio stagione e la fine della stagione, comprando vele in magazzino (quindi nuove) della stagione precedente oppure vele da promoters ma devi conoscere bene il tipo perchè altrimenti ti rifilano cose allucinanti. Mai prendere vele da un atleta freestyle o da kiters che si dilettano in tale disciplina; le sbattono talmente tanto che ti sconsiglio vivamente l'acquisto. Contattando le ditte tramite gli shop puoi informarti sulla vela dell'anno precedente eventuale fondo di magazzino e fare ottimi acquisti. ALi piccole e medio-grandi sono facilissime da trovare, meno la classica 10.
Da ultimo meglio una vela in più che una in meno. Set da 3 vele una piccola (la 7 o 8) che usi saltuariamente e ti può durare anche 4-5 anni. Questa è più facile trovarla fondo di magazzino o rimanenza, prendila nuova che con il ventone devi stare sicuro del tuo materiale. Una misura media (10 mq) ed una grande (12-13) in modo da spalmare le uscite su più materiale limitando l'usura. Sempre della stessa marca e tipo, in modo da avere lo stesso feedback dalle ali e poter scambiare le barre in caso di furto/danno.
Qualsiasi cosa a tua disposizione.
Sentirai persone che ti diranno che non hanno mai lavato la vela ed è sempre nuova , magari lasciata giorni interi gonfia in spiaggia. Oppure liquidi miracolosi che spruzzati sulla vela la fanno tornare nuova. Tutte cose inesatte. Il solo modo di valutare una vela è il POROSIMETRO , strumento che valuta la permeabilità della vela all'aria indicando quando la vela è finita anche se APPARENTEMENTE nuova. Lo usano nel parapendio, dove la vela per non lasciarci la pelle la devi per forza cambiare altrimenti non ti sostiene in volo. Tutto quello che si fa ad occhio non ha valore alcuno ricordalo sempre.
Quando compri devi sempre conoscere DA CHI acquisti, fare una attentissima valutazione controllando tutte le parti del kite inziando dalla TE e indagando sull'aspetto delle cuciture, tessuto, cordini, linee, depower. Se il grip della barra è segnato o consumato allora stai certo che la vela è morta e NON COMPRARLA. Altrettanto se mancano lettere del nome della brand (si staccano in alcune barre dopo un certo periodo) . Diffida da barre "ACCROCCATE" cioè non di serie, con modifiche strane e sospette ("a me va meglio così") cimette varie aggiunte eccetera, tutte cose indice di non affidabilità del prodotto.


emoticon
Grazie per le indicazioni i tuoi post sono sempre da leggere con attenzione!!!
da quanto dici deduco che la mia passion 11 del 2009 è bella ke andata!!! eppure quando esco non la vedo così ridotta male anzi per me va benissimo. Mi spieghi cosa è che non va??? Cioè quanto tu dici vale per tutti i kiters??? Personalmente non cerco manovre estreme, quando esco lo faccio per il piacere ke ti da questo sport (mare sole vento nient'altro).
Quindi voglio dire che la vela non la maltratto ciononstante ritieni che cmq sia sempre da cambiare????
RE: VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 12.46 come risposta a gabriele veltri.
Vela del 2009. Fatti i dovuti conti stai ampiamente nel range, dovresti avere intorno alle 350-400 ore di volo con 40 uscite l'anno. Un altro paio di anni e poi la vela è ora di cambiarla. Quanto deve durare una vela, 10 anni? Se non la cambi per l'usura la cambi perchè è obsoleta. Chi uscirebbe oggi con un kite a c del 2006 senza depower con un range di vento di 5 nodi ?
Conta che se ti si spezza una linea sei nei guai e te la rischi, ne vale la pena per portare una vela a fine vita? Se leggi con attenzione in giro vedrai che da avarie della attrezzatura (rottura di cime depower, leash vari, linee) possono venire fuori situazioni poco piacevoli da gestire ed anche potenzialmente pericolose per la tua ed altrui incolumità.
RE: VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 12.43 come risposta a gabriele veltri.
Si lo penso anch'io.. un po' di esagerazione... ma va bene ugualmente.
Le mie vele windsurf spaziano dalle annate 2005 alle 2012 e le 2005 non sono certamente da buttare o finite.... vanno ancora alla grande.
Di solito faccio attenzione di non lasciarle al sole ore e al 99% sto in acqua dolce che vuol dire tanto.
.
Risposta (Unmark)
06/04/13 13.28 come risposta a Andy Iceberg.
iceoair:
Si lo penso anch'io.. un po' di esagerazione... ma va bene ugualmente.
Le mie vele windsurf spaziano dalle annate 2005 alle 2012 e le 2005 non sono certamente da buttare o finite.... vanno ancora alla grande.
Di solito faccio attenzione di non lasciarle al sole ore e al 99% sto in acqua dolce che vuol dire tanto.


Le vela da windsurf non sono fatte dello stesso materiale dei kite...
Giro ancora con una Voodoo del 2000 e non da ancora segni di cedimento.
Il kite è diverso......
Per il discorso della porosità, leggendo qua e là mi è sembrato di capire che anche lavare l'ala sempre con acqua dolce non sia poi così molto consigliato, dal momento che si va a togliere il film impermeabilizzante......il kite l'acqua non dovrebbe proprio vederla a quanto pare.
Ad ogni modo ho appena impermeabilizzato un kite che ormai era completamente poroso e mi sembra che il lavoro fatto sia venuto veramente bene.
RE: VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 13.54 come risposta a Marco Amidani.
dartvader:
Ciao. I fattori sono molti.


cut

post interessantissimo emoticon

ora cercherò un "porosimetro" e poi inizierò a fare test su tutte le ali mie e degli amici per iniziare ad avere qualche numero di riferimento emoticon
RE: VITA TECNICA KITE
Risposta (Unmark)
06/04/13 13.54 come risposta a Marco Amidani.
dartvader:
Ciao. I fattori sono molti.


cut

post interessantissimo emoticon

ora cercherò un "porosimetro" e poi inizierò a fare test su tutte le ali mie e degli amici per iniziare ad avere qualche numero di riferimento emoticon
RE: .
Risposta (Unmark)
06/04/13 15.44 come risposta a Matteo Matteo.
Il kite l'acqua non dovrebbe proprio vederla??? emoticon
E cosa dovrebbe vedere un kite?
Siamo babbei allora noi a volerli comprare per farci questo sport o sono furbi quelli che lo hanno inventato?
RE: .
Risposta (Unmark)
06/04/13 16.40 come risposta a Andy Iceberg.
iceoair:
Il kite l'acqua non dovrebbe proprio vederla??? emoticon
E cosa dovrebbe vedere un kite?
Siamo babbei allora noi a volerli comprare per farci questo sport o sono furbi quelli che lo hanno inventato?


Infatti sono progettati per volare, non per essere immersi in acqua, poi il fatto che resista bene all'acqua e sia impermeabile è secondario, ma il suo utilizzo è volare...... non per immergerlo in acqua...........e infatti se vedi andare in kite chi è veramente bravo, ti accorgerai di quante poche volte faccia cadere il kite....
RE: .
Risposta (Unmark)
06/04/13 17.39 come risposta a Matteo Matteo.
Ah siamo d'accordo.
Ma anche le vele da wsurf non sono fatte per andare in acqua e restano belle leggere asciutte.... pero' in acqua ci cascano, come cascano i kite....
Dai che va bene, fa parte del gioco... il kite e' giusto che caschi ogni tanto per prendere il fresco nelle caldi estati....
I pro sono pro.. come sempre a loro tutto e' concesso....
RE: .
Risposta (Unmark)
06/04/13 17.54 come risposta a Andy Iceberg.
iceoair:
Ah siamo d'accordo.
Ma anche le vele da wsurf non sono fatte per andare in acqua e restano belle leggere asciutte.... pero' in acqua ci cascano, come cascano i kite....
Dai che va bene, fa parte del gioco... il kite e' giusto che caschi ogni tanto per prendere il fresco nelle caldi estati....
I pro sono pro.. come sempre a loro tutto e' concesso....


Invece le vele da windsurf sono fatte proprio per andare in acqua a quanto pare.....altrimenti sarebbero fatte di un materiale che si inzuppa e invece non è così......
RE: .
Risposta (Unmark)
06/04/13 18.15 come risposta a Matteo Matteo.
Pertanto che sia fatta in un certo modo.. ma bagnata pesa... meno la bagni, meglio e'. Fidati.
RE: .
Risposta (Unmark)
06/04/13 18.24 come risposta a Andy Iceberg.
iceoair:
Pertanto che sia fatta in un certo modo.. ma bagnata pesa... meno la bagni, meglio e'. Fidati.


Non vedo nessun nesso logico col fatto che hai detto che non sono fatte per bagnarsi: questa è una fesseria......le facevano in dacron che si inzuppa e non le fanno più proprio perchè pesavano troppo......